14-09-2017 :VACCINI, BAMBINI EMARGINATI E VIOLATA PRIVACY DATI SENSIBILI IN CORSO SPERIMENTAZIONE DI MASSA SUI BAMBINI

14-09-2017 :VACCINI, BAMBINI EMARGINATI E VIOLATA PRIVACY DATI SENSIBILI IN CORSO SPERIMENTAZIONE DI MASSA SUI BAMBINI

 “È ipocrita affermare, come fanno le ministre Fedeli e Lorenzin, che tutto sta andando bene nell’accesso alla scuola dell’infanzia, quando è in atto una vera e propria emarginazione sociale dei bambini ancora non in regola con le vaccinazioni obbligatorie. L’esclusione dei bambini dai nidi e dalla materna peraltro non garantisce il raggiungimento dell’immunità di gregge dato

05-09-2017:  VACCINI, È CAOS A CAUSA INCAPACITÀ LORENZIN

05-09-2017:  VACCINI, È CAOS A CAUSA INCAPACITÀ LORENZIN

 “Avevamo ampiamente preannunciato il caos amministrativo che si sarebbe creato a causa del decreto legge che introduce l’obbligatorietà vaccinale e così oggi ci troviamo di fronte ad una situazione per la quale l’unica scelta sensata sembra essere proprio quella dello slittamento di 2 anni decretata dalla Regione Veneto.Tra l’altro la proposta operativa del Veneto è

19 Maggio 2017 :Vaccinazioni Pediatriche, Tra Scelta E Obbligo.

19 Maggio 2017 :Vaccinazioni Pediatriche, Tra Scelta E Obbligo.

Le recenti scelte ministeriali circa l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’accesso ai nidi e alle comunità scolastiche, il clamore di alcune campagne vaccinali condotte facendo più terrorismo che corretta ed equilibrata informazione, la complicità dei media nel creare allarmismi invece che promuovere confronto e dialogo aperto e rispettoso tra le diverse voci, non sembrano incidere in

18-04-2017: VACCINI,PD IGNORA OLIGOPOLIO E STANZIA 300 MILIONI IN PIÙ

18-04-2017: VACCINI,PD IGNORA OLIGOPOLIO E STANZIA 300 MILIONI IN PIÙ

“Il PD continua a negare ogni approfondimento sulla questione dei vaccini e attacca il giornalismo d’inchiesta di Report senza nemmeno voler riflettere su aspetti gravemente distorti della politica vaccinale in Italia. In particolare tutti gli esponenti politici che sono favorevoli alla coercizione obbligatoria continuano ad ignorare la relazione dell’Antitrust di maggio 2016 in cui viene