A Bologna dal 29 al 31 marzo la Conferenza Economica Cia

A Bologna dal 29 al 31 marzo la Conferenza Economica Cia

“Agricoltura crea valore”. Questo lo slogan scelto per i lavori della Conferenza Economica della Cia-Agricoltori Italiani che si terrà a Bologna all’Unipol Auditorium dal 29 al 31 marzo. Europa, Territorio, Mercato le parole chiave della “tre giorni” di approfondimento con i rappresentanti del mondo politico, imprenditoriale e accademico. La Conferenza di articolerà in quattro Panel

A Bologna dal 29 al 31 marzo la Conferenza Economica Cia

A Bologna dal 29 al 31 marzo la Conferenza Economica Cia

“Agricoltura crea valore”. Questo lo slogan scelto per i lavori della Conferenza Economica della Cia-Agricoltori Italiani che si terrà a Bologna all’Unipol Auditorium dal 29 al 31 marzo. Europa, Territorio, Mercato le parole chiave della “tre giorni” di approfondimento con i rappresentanti del mondo politico, imprenditoriale e accademico. La Conferenza di articolerà in quattro Panel

08-09-2016: OGM, NO ITALIA A MACCHIA DI LEOPARDO, MARTINA CHIARISCA APERTURA A REGIONI OGM

“Mentre in Italia cresce la superficie coltivata a biologico e anche l’attenzione dei consumatori per cibi meno artificiali, il governo italiano sembra inspiegabilmente aprire agli Ogm come indicato nello schema di decreto legislativo di attuazione della direttiva comunitaria 2015/412.Le misure nel provvedimento prevederebbero la possibilità che le regioni richiedano l’autorizzazione per la coltivazione di varietà

22-08-2016: VENTOTENE, SOLIDALE E UNITA, OGGI VA RILANCIATA

“Senza Ventotene non c’e’ Europa. Oggi va rilanciata una idea di comunità’ europea solidale unita nelle diversità e nel rispetto delle identità. Per questo crediamo che sia necessario affermare con determinazione l’urgenza di un processo costituente e riformatore delle istituzioni europee con la prospettiva di una vera Costituzione Europea, una Magna Charta fondata sui principi

14-06-2016: TTIP, NO A CALENDA CHE CHIEDE A UE DI FIRMARE ACCORDO CANADA E TTIP UN SOSTEGNO ALLE MULTINAZIONALI CONTRO I PARLAMENTI NAZIONALI E I DIRITTI EUROPEI GOVERNO LAVORI PER MASSIMA PARTECIPAZIONE PARLAMENTI NAZIONALIA PROCESSI DECISIONALI IMPORTANTI

“Il nuovo ministro allo Sviluppo Economico Carlo Calenda come suo primo atto sostiene che la Commissione europea debba ratificare l’accordo con il Canada, il Ceta, e il Ttip senza passare attraverso i Parlamenti degli Stati membri. Un modo per impedire ai Parlamenti nazionali di avere voce in capitolo e per sostenere le gradi multinazionali. La