02-02-2018: VACCINI, PD NASCONDE VERITÀ SCIENTIFICA 

“L’Italia non rischia il ritorno di malattie eliminate come sostiene la Lorenzin, piuttosto il nostro paese rischia di ritrovarsi di nuovo un caso alla De Lorenzo, basta vedere quello che accade negli Usa con le dimissioni di Brenda Fitzgerald da capo del CDC.

La mozione del Comune di Roma, votata da tutti i gruppi compreso il Pd, semplicemente è una misura di buon senso che segue la normativa vigente, in questa infatti è previsto un percorso ben più ampio della semplice espulsione da scuola per i bambini non in regola con le vaccinazioni obbligatorie.
Nella legge stessa c’è un iter obbligato di corretta informazione da parte delle Asl ai genitori in ritardo o esitanti ed ulteriori incontri ed accertamenti prima della sanzione definitiva per inadempienza. Renzi e Anzaldi, che per primi hanno usato questo tema strumentalmente dando uno spettacolo osceno, hanno dato la possibilità a soggetti come Burioni di avere mediaticita’, così oggi il dibattito pubblico sui vaccini è distorto, divisivo e privo della corretta informazione che lo dovrebbe caratterizzare.Il Pd inoltre sta occultando i dati scientifici sui danni da vaccino ai militari nella commissione d’inchiesta uranio impoverito e dunque è il Pd in definitiva a creare terrorismo mediatico e a occultare dati per nascondere la verità scientifica.Mi auguro che col convegno del 3 marzo a Roma col premio nobel Luc Montagnier e il dott. Schoenfeld si recuperi quel dibattito di merito che avrebbe dovuto caratterizzare il tema vaccini.”

Lascia un commento