“ORDINE DEL GIORNO PER PREVEDERE FORME DI INTERVENTO FINALIZZATE AD INCENTIVARE E RAFFORZARE LA DIFFUSIONE DELL’AGRICOLTURA BIOLOGICA E DEL METODO DELLA FILIERA CORTA NELLE REGIONI MERIDIONALI”

” Ordine del giorno per prevedere forme di intervento finalizzate ad incentivare e rafforzare  la diffusione dell’agricoltura biologica e del metodo della filiera corta nelle regioni meridionali”

Il documento è consultabile sul sito web della Camera dei Deputati: clicca qui

Atto Camera

Ordine del Giorno 9/04601/013

presentato da

ZACCAGNINI Adriano

testo di

Martedì 1 agosto 2017, seduta n. 846

  La Camera,
premesso che:
il provvedimento in esame reca disposizioni finalizzate alla crescita economica del Mezzogiorno d’Italia;
tra gli incentivi previsti figurano anche disposizioni a sostegno delle aziende agricole;
l’agricoltura biologica, rappresentando un metodo di coltivazione e di allevamento che ammette solo l’impiego di sostanze naturali, presenti cioè in natura ed escludendo l’utilizzo di sostanze di sintesi chimica, è un’importante strumento di tutela dell’ambiente e della salute dei consumatori;
la filiera corta nasce per valorizzare la qualità della nostra agricoltura, ridurre i costi delle intermediazioni e per incentivare e promuovere il consumo di prodotti tipici. La filiera corta è una particolare forma di cooperazione che permette ai consumatori di acquistare generi alimentari direttamente dai produttori. Gli obiettivi perseguiti da questa forma alternativa di commercio sono: giusta remunerazione al produttore, educazione del consumatore alla conoscenza dei prodotti tipici, alla freschezza e alla stagionalità della merce, maggiori garanzie di qualità e sicurezza alimentare; favorire il consumo di prodotti locali ed evitare i costi di trasporto, limitare l’inquinamento dovuto al trasporto stesso e ai rifiuti;
il metodo dell’agricoltura biologica e della filiera corta, seppure presenti e diffuse, nelle regioni meridionali risulta meno sviluppato rispetto a quanto si verifica in alcune zone del nord Italia,

impegna il Governo

a valutare l’opportunità di prevedere forme di intervento finalizzate ad incentivare e rafforzare ulteriormente la diffusione dell’agricoltura biologica e del metodo della così detta filiera corta nelle regioni meridionali.
9/4601/13(Testo modificato nel corso della seduta) Zaccagnini, Stumpo, Lacquaniti, Melilla, Albini, Capodicasa, Duranti.

Lascia un commento