05-09-2017:  VACCINI, È CAOS A CAUSA INCAPACITÀ LORENZIN
 “Avevamo ampiamente preannunciato il caos amministrativo che si sarebbe creato a causa del decreto legge che introduce l’obbligatorietà vaccinale e così oggi ci troviamo di fronte ad una situazione per la quale l’unica scelta sensata sembra essere proprio quella dello slittamento di 2 anni decretata dalla Regione Veneto.Tra l’altro la proposta operativa del Veneto è frutto semplicemente della lettura attenta del decreto legge, che comprende vari passaggi contraddittori e passibili di ricorso, in particolare il decreto non chiarisce la questione privacy/vaccini e contempla un periodo transitorio di 2 anni prima della decadenza delle iscrizioni alla scuola materna, periodo adeguato per permettere a tutti i soggetti di intraprendere il percorso dell’offerta vaccinale in modo consapevole, informato e promuovendo l’adesione volontaria e una anamnesi personalizzata anche attraverso esami medici.Tuttavia l’incapacità e l’irresponsabilità’ politica della ministra Lorenzin persistono, tant’è che non le permettono di accettare che la proroga è necessaria e che questo approccio coercitivo sta generando soltanto caos e sfiducia nei cittadini sbalorditi di fronte a tanta approssimazione.”

Lascia un commento