13-05-2017:  LORENZIN FA CAMPAGNA ELETTORALE SU PELLE BAMBINI 
“La Lorenzin sta facendo campagna elettorale sulla pelle dei bambini su un tema delicato come quello dei vaccini. C’è una pericolosa coincidenza da parte della Lorenzin nell’aver proposto l’obbligatorietà vaccinale proprio pochi mesi dopo aver stanziato 300 milioni in più per l’acquisto di nuovi vaccini.Peraltro tali ingenti risorse pubbliche andranno a beneficio delle quattro grandi multinazionali del farmaco che operano in un accertato regime oligopolistico, fortemente caratterizzato da distorsioni della concorrenza e conseguentemente della sicurezza dei prodotti forniti allo Stato, come denunciato chiaramente dall’Antitrust nella relazione di maggio 2016.Se poi aggiungiamo il fatto che la vaccinovigilanza è ferma dal 2013, anno in cui si ferma la pubblicazione dei report di Aifa sulle reazioni avverse, è chiaro come le negligenze della ministra Lorenzin siano gravi e da approfondire.Inoltre non si può dimenticare come in Italia la pressione corruttiva delle case farmaceutiche sia sempre stata molto forte e abbia portato all’arresto del ministro della Sanità De Lorenzo proprio per aver introdotto come obbligatoria la vaccinazione per l’epatite B. E ad oggi l’Italia è l’unico paese europeo ad aver questo vaccino come obbligatorio per i neonati, i quali difficilmente possono contrarre l’epatite B essendo questa trasmissibile solo attraverso rapporti sessuali o sangue infetto.

Il governo deve trovare una soluzione di ragionevolezza in materia di politica sanitaria e placare l’irresponsabilità’ della ministra Lorenzin proprio per ricreare un clima di fiducia sul tema che gli stessi genitori richiedono a gran voce.”

Lascia un commento