QUESTION TIME IN COMMISSIONE AGRICOLTURA RIGUARDO IL PROGETTO «BEENET» SUL MONITORAGGIO DELLA SALUTE DELLE API

Riattivare il progetto «BEENET», di monitoraggio della salute delle api

Il documento è consultabile sul sito web della Camera dei Deputati: clicca qui

Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-09680

presentato da

ZACCAGNINI Adriano

testo di

Mercoledì 5 ottobre 2016, seduta n. 686

  ZACCAGNINI e SCHULLIAN. — Al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali . — Per sapere – premesso che:
le api, in quanto insetti dediti all’impollinazione, hanno una notevole importanza ecologica ed economica. Come diffuso da più organi di stampa il fenomeno della moria delle api è sempre più esteso e sembra inarrestabile;
in relazione al progetto di monitoraggio della salute delle api «Beenet», il Governo rispondeva, in data 3 dicembre 2014, all’interrogazione a risposta in commissione n. 5-04098, del firmatario del presente atto: «[…] Il Ministero, intende confermare per il futuro il progetto denominato BEENET, nell’ambito del quale è stata definita una rete di monitoraggio nazionale sullo stato di salute degli alveari, anche al fine di approfondirne le cause di moria delle api e di spopolamento. Si tratta di un progetto che coinvolge 3.000 alveari situati in ogni regione e provincia autonoma, attraverso periodici controlli e successive analisi di laboratorio sulle diverse matrici raccolte (api morte, api vive, covata, cera, polline). (…) Il progetto BEENET, è coordinato dal CRA-API in collaborazione con l’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie, con il Dipartimento di scienze e tecnologie agro-alimentari dell’Università di Bologna. […]»;
se il Ministro intenda fornire aggiornamenti sullo stato di riattivazione del progetto BEENET anche in relazione alla crisi del settore dell’apicoltura. (5-09680)

Atto Camera

Risposta scritta pubblicata Giovedì 6 ottobre 2016
nell’allegato al bollettino in Commissione XIII (Agricoltura)
5-09680

Faccio anzitutto presente che, considerata la rilevanza del progetto BeeNet, abbiamo riproposto il finanziamento anche per il periodo di programmazione 2015-2020; in tal senso abbiamo chiesto al Crea di redigere una nuova proposta progettuale, attualmente in fase di valutazione, al fine di realizzare ogni utile sinergia con l’analoga rete di monitoraggio promossa dal Ministero della salute.
Preciso che il progetto in parola è stato finanziato su volontà del Mipaaf per dare continuità e mettere a sistema l’esperienza maturata dal precedente Progetto sperimentale Apenet, nato dall’esigenza di mettere in atto misure in grado di fornire risposte adeguate alle problematiche legate ai fenomeni di mortalità o di spopolamento di famiglie di api segnalati in numerosi Paesi, tra cui l’Italia.
Le attività realizzate sono finalizzate alla verifica dello stato di salute delle api, per trarre utili indicazioni sulla diffusione delle principali patologie, sugli effetti dei fitofarmaci e, più in generale, sulle interazioni tra benessere delle colonie e l’agro-ecosistema.
Dall’iniziale progetto sperimentale, si è passati al programma di monitoraggio permanente, per dare continuità all’attività di monitoraggio, da cui sono state ricavate informazioni molto importanti, sulla salute delle colonie di api, sullo stato di conservazione della biodiversità e sulle relazioni agricoltura-ambiente nei diversi contesti territoriali del nostro Paese.

 

Lascia un commento