campidoglio“Chiedo nuovamente a Fassina di fare un passo di lato e permettere a qualcuno di sostituirlo in ‪#‎Campidoglio‬. Mi auguro che il dibattito si allarghi oltre i gruppi dirigenti a tutta la sinistra romana e si trovi una soluzione condivisa. Non è una questione di mera presenza, che comunque andrebbe garantita, ma di avere un consigliere che sia catalizzatore delle proposte della sinistra, in modo che la maggioranza in consiglio possa prenderle in considerazione e possibilmente trovare soluzioni nell’interesse dei cittadini. Nonostante rimane la mia opposizione al m5s per motivi culturali e politici, credo si debba cogliere l’opportunità di verificare l’operato dei 5 stelle al governo di Roma incalzandoli con una opposizione senza sconti, ma anche mettendoli di fronte a proposte pratiche che partono da un punto di vista politico differente. Fassina non vorrei facesse invece solo proposte spot e credesse che il lavoro consiliare quotidiano sia relegabile in un limbo a suo uso e consumo. Non essere presente alla prima capigruppo in Campidoglio non è un buon inizio, soprattutto perché alla Camera Stefano Fassina non era impegnato in provvedimenti con un coinvolgimento diretto”

Lascia un commento