nuovi ogm“Il governo nel question time in commissione agricoltura di ieri ha ufficialmente aperto ai ‘nuovi Ogm’ e addirittura avanza l’ipotesi in sede comunitaria di non definirli più come tali, bensì come “nuove biotecnologie”. In realtà sempre di ingegneria genetica si tratta. La rimodulazione lessicale dei futuri prodotti da ingegneria genetica deriva dalla volontà di nascondere ai consumatori europei quello che realmente i prodotti sarebbero.Chiediamo al presidente Sani che il ministro Martina venga a riferire in Parlamento dell’importante negoziato sui nuovi Ogm che in Europa ci vede su una posizione incomprensibile da molti punti di vista ed in particolare riguardo: la convenienza economica per il nostro modello agricolo incentrato sulla qualità del prodotto, la tutela della biodiversità e del reddito degli agricoltori, il principio di precauzione disapplicato, la brevettabilità delle sementi e la commercializzazione dei derivati tramite contratti in un quadro giuridico completamente sbilanciato a favore delle multinazionali dell’agroindustria, l’incompatibilità fra vecchi o nuovi Ogm e le coltivazioni tradizionali e biologiche a causa della contaminazione che potrebbe derivare da sperimentazioni Ogm in pieno campo o addirittura da future coltivazioni su larga scala.
Chiediamo al ministro Martina di venire a confrontarsi col Parlamento e di avere rispetto delle decisioni che questo ha assunto finora sul divieto di coltivazione degli Ogm.”

Adriano Zaccagnini- Commissione Agricoltura Camera dei Deputati

Lascia un commento