olio_tunisia-710x315“Incrementare la quota di olio tunisino a dazio zero nell’area Ue è un altro passo verso lo smantellamento delle principali produzioni italiane e verso la trasformazione dell’Italia in un paese meramente trasformatore. Il ministro Martina sta perseguendo questa strada sul piano nazionale e lo testimonia il fatto che voglia ammorbidire le sanzioni per la contraffazione dell’olio. Chiediamo quindi di mantenere le attuali sanzioni per la contraffazione dell’olio di oliva extravergine e di riflettere su cosa produrrà il TTIP per il nostro tessuto produttivo. Delle centinaia di indicazioni tipiche col Ttip ne rimaranno forse 3 o 4 e questa tendenza di disfacimento delle produzioni agricole a vantaggio solo della trasformazione è chiarita anche dal fatto che il ministro Martina voglia modificare il nome del MIPAAF in ministero Agroalimentare, che correttamente potremmo tradurre in ministero dell’Agroindustria. Chiediamo che il ministro Martina venga a discutere col Parlamentto di questa sua balzana idea”.

Lascia un commento