esc“Sarò all’incontro del 23 al Brancaccio per capire quale idea di centrosinistra si vuole mettere in campo per Roma.
Credo che il centrosinistra debba difendere e riconoscere gli spazi sociali come patrimonio culturale della città al servizio dei cittadini.Con la determinazione dirigenziale del 30 dicembre scorso, con la quale il Comune di Roma dispone lo sgombero di Esc, il commissario Tronca invece si accanisce contro spazi riqualificati che offrono servizi e cultura alla città da anni. Credo che gli esponenti del centrosinistra che vogliono ricostruire un ponte con SI-SEL debbano partire innanzitutto ricordando a Tronca che si deve occupare dell’ordinario e non fare scelte politiche, come mettere in discussione asili nido, spazi sociali o le biblioteche cittadine. Quel pezzo di Pd che oggi chiede buon senso alla sinistra deve innanzitutto agire con buon senso e ricostruire un terreno programmatico difendendo Roma da scelte illegittime del commissario e dal ‘suo programma’ di 750 pagine. Le esperienze di spazi sociali, che spesso colmano lacune al welfare capitolino, devono essere riconosciute, come in altre amministrazioni è accaduto grazie all’istituto dell’uso civico, e non sgombrate facendo perdere ogni continuità ai progetti sociali in campo da anni.”

Lascia un commento