fao-slow-food-biodiversita“Con l’approvazione definitiva della legge per la tutela della biodiversità agroalimentare si è fatto un altro passo verso il riconoscimento che l’attuale sistema di produzione agricola ha prodotto soprattutto danni ed erosione genetica nel lungo periodo. Le monocolture e l’utilizzo massiccio di fitofarmaci ha sterminato la biodiversità naturale e le odierne tecniche di produzione biologica ci evidenziano come è stato un grave errore. Si può coltivare il necessario per la sicurezza alimentare di un paese anche con tecniche rispettose del sistema ecologico. Oggi siamo soddisfatti soprattutto perchè viene varata una legge al cui interno prevediamo l’impossibilità di brevettare le piante e gli animali all’interno dell’Anagrafe nazionale. Un passo in più per confermare il nostro paese libero da Ogm, mentre nel pianeta ancora troppo poco ci si preoccupa degli impatti dell’agricoltura anche sul fenomeno dei cambiamenti climatici.”

Lascia un commento