cittadinanza“Oggi alla Camera abbiamo approvato una nuova legge sulla cittadinanza e ci auguriamo venga migliorata al Senato. Finalmente un passo di civiltà. Ma come per altri temi delicati, il M5S non sa che pesci prendere ed è il grande assente di questo provvedimento. Non ha presentato emendamenti e non è mai intervenuto in commissione, cosa molto rara per i 5 stelle. Si tratta di un caso evidente di “ignavia politica”, in cui una forza politica non esprime alcuna posizione per non scontentare nessuno dei suoi elettori e mantenere una patente di purezza di fronte alle pulsioni interne a tinte leghiste. Questa volta, come altre ormai, per il m5s in materia di diritti si tratta di una posizione buia, anzi di una non-posizione politica, che conferma come il m5s non ha voglia di creare un programma chiaro e organico, ma rispondere solo agli umori elettorali.”

Lascia un commento