stop ttip“Le grandi manifestazioni di queste settimane, l’ultima sabato a Berlino, contro il TTIP (Trattato Transatlantico sul commercio e gli investimenti) testimoniano la preoccupazione della società civile europea rispetto a questo trattato segreto.La preoccupazione cresce finalmente anche in Italia soprattutto tra le associazioni agricole che fino ad ora hanno creduto ciecamente ai benefici propagandati dal governo, prosegue l’esponente di Sel. In particolare è ormai certo che con la firma del trattato il nostro Paese sarà costretto a rinunciare a molti IG e DOP, insomma ai quei marchi di qualità fiore all’occhiello dei nostri territori e della nostra agricoltura di qualita’.Dopo il trattato Ceta tra Ue e Canada che riconosce poco più di 40 prodotti tipici italiani, oggi il TTIP rischia di essere peggio, quindi le indicazioni tipiche riconosciute non saranno più di venti. Ma a noi questo conviene?”

Lascia un commento