LAVORO NEI CAMPI“L’ennesima morte di un bracciante agricolo in Puglia ci impone di combattere il fenomeno del caporalato non come un’emergenza ma come un fattore sistemico in determinati territori e in determinate stagioni. Per combattere questo fenomeno , sono necessari il rafforzamento dei controlli, il riequilibrio nella formazione del prezzo in favore del produttore, la confisca dei beni e la responsabilita’ in solido per le aziende conniventi, l’individuazione, all’interno della Rete del Lavoro Agricolo di Qualita’, di strumenti operativi per far incontrare domanda e offerta di lavoro attraverso il coordinamento dei centri per l’impiego. La Rete del Lavoro Agricolo di Qualita’ non puo’ essere solo una sorta di ‘white list’ per tutelare le aziende agricole in regola, ma deve diventare uno strumento di facilitazione del collocamento pubblico e strumento operativo d’intermediazione legale”
Adriano Zaccagnini capogruppo Sel in Commissione Agricoltura

Lascia un commento