enzatetto-termini- “Per Roma, posto che prima bisogna concordare un programma di rigenerazione complessivo della città e di sostegno alle sue forze vive per continuare con la giunta Marino, le priorità e le responsabilità di eventuali assessorati in cui SEL vuole impegnarsi non possono che essere individuate nelle questioni che toccano la povertà e il degrado della città, la sua compromessa vivibilità. SEL si deve caricare queste responsabilità, con l’obiettivo di porre termine alla guerra fra poveri generata dalle restrizioni di bilancio e incaricandosi della gestione dei rifiuti, che non può andare ai privati come afferma Marino. Anche quello della mobilità sostenibile è un tema importante che tocca direttamente la vita dei romani e soprattutto dei più deboli, per questo non servono posizioni di comodo e defilate dai problemi gravi, come da ricostruzioni giornalistiche l’eventuale carica di vicesindaco e assessore alla cultura a Vendola, ma persone competenti con incarichi incisivi per la vita della città, le quali abbiano la capacità di portare avanti la loro azione in base ai punti praticabili e qualificanti concordati precedentemente fra SEL e il resto della maggioranza della giunta.”

Lascia un commento