ttip-2“Cecilia Malmstroem, commissaria Ue al Commercio, afferma che l’Italia ci guadagnerà col trattato TTIP e riguardo all’ISDS afferma che la sua introduzione è necessaria per proteggere imprese e capitali delle imprese Ue all’estero da discriminazioni e nazionalizzazioni. Credo che queste affermazioni siano prive di fondamento sia perchè le simulazioni di impatto che la commissaria prende a riferimento scontano gravi errori metodologici e sembrano fatte per fare propaganda a favore del TTIP, senza dare una proiezione realistica delle conseguenze, sia perchè l’aumento del PIL per l’UE sarà solo dello 0,5% in 15 anni e non si parla di quali effetti si avranno sull’occupazione. Inoltre la Maelstroem dice che l’ISDS è necessario, ma in realtà non dice che sarà uno strumento ricattatorio nei confronti dei governi che non potranno migliorare le condizioni dei propri cittadini per non incorrere in risarcimenti miliardari e saranno costretti a compiacere le multinazionali o addirittura a ritirare le leggi che tutelano maggiormente l’ambiente, la salute o le condizioni lavorative delle persone. In questo modo sarà difficile aumentare gli standard normativi. Mi auguro che il TTIP venga del tutto rivisto e stralciato il suo impianto attuale che sembra composto per piegare le barriere normative alle necessità del libero mercato e delle grandi multinazionali.”

Lascia un commento