podemos “Vendola sta facendo molta confusione sul m5s e gli elogi che fa alla loro maturazione non ha alcun senso per chi conosce veramente l’evoluzione di quel soggetto politico. Ormai Vendola e’ il passato, per fortuna lo ha riconosciuto anche lui, e le sue analisi errate non fanno che danneggiare un nuovo progetto unitario. Emiliano, che andro’ a trovare a breve per la questione Xylella, ha fatto quell’apertura sincera per dimostrare che il m5s non ha intenzione di prendersi responsabilita’ e che non c’e’ alcuna maturazione. Anche l’analisi di voto di Vendola non e’ azzeccata: e’ evidente come il m5s arretra su un 15,5% nazionale perdendo 800.000 voti, di certo un buon risultato, ma comunque un arretramento che indica come nemmeno il m5s e’ un argine all’astensionismo, anzi ha depoliticizzato la societa’ e l’unica maturazione e’ quella della loro scaltrezza propagandistica per mascherare le loro contraddizioni. Vendola cosi’ facendo continua ad approfondire la distanza fra il progetto che serve alla sinistra e la realta’ delle cose nello spazio pubblico politico. Non capisco dal suo ragionamento cosa ne pensa di cavare fuori, di certo mi auguro per tutta la sinistra che cominci a fare un po’ di autocritica sul suo operato e non solo ad autoincensarsi e a dire meno fesserie, perche’ queste ultime sul m5s non saprei come altro catalogarle.”

Lascia un commento