bovini-da-gestazione “La nuova proposta di regolamento che consentirà agli Stati membri, a certe condizioni, di proibire sul proprio territorio l’uso di prodotti Ogm (alimenti e mangimi) ha aspetti negativi e positivi. Positivo è il fatto che alcuni paesi saranno liberi di scegliere se avere Ogm nelle proprie filiere, negativo è il fatto che così si procederà velocemente all’autorizzazione di nuove varietà di Ogm in UE sui quali si pronuncerà solo l’EFSA, la quale non è esente da conflitti d’interesse e che riteniamo inadeguata per il compito. A questo punto sarebbe opportuno dare facoltà agli Stati membri anche di valutare i rischi ambientali e sanitari in prima battuta.Per quanto riguarda il nostro paese la nuova proposta potrebbe avere risvolti positivi, soprattutto per bloccare l’importazione di mangimistica Ogm, e dare modo al Ministro Martina di mettere in campo un Piano proteico nazionale al fine di ripristinare coltivazioni sul nostro territorio per il nutrimento degli animali negli allevamenti. Il Ministro però deve attivarsi fin da oggi e non solo quando il regolamento verrà approvato. Soltanto in questo modo l’Italia potrà dirsi veramente libera da Ogm”

Adriano Zaccagnini Vicepresidente Commissione Agricoltura Camera dei Deputati

Lascia un commento