Pacha MamaVogliono sgomberare il casale PachaMama

Sono passati 11 mesi da quando abbiamo occupato il PachaMama, mesi di duro e intenso lavoro, riappropriandoci del nostro patrimonio, che troppo spesso è abbandonato o svenduto, ridandogli la sua antica vocazione di luogo pubblico, aperto, attraversabile da tutti.

Abbiamo coltivato la terra e creato laboratori, costruito e realizzato iniziative, eventi, incontri, con la fatica ma senza mai perdere la capacità di sognare ed immaginare quello che dovrebbe essere secondo noi un nuovo modello di sviluppo, la rigenerazione urbana così importante per questa città ostaggio del profitto e della speculazione.

La determinazione che insieme a tutte/i abbiamo messo in campo ci ha permesso questa volta di fermare le intenzioni ed i progetti dei soliti costruttori pronti a trasformare i casali e le terre circostanti in un esclusivo Resort Spa Golf ad uso di qualche privilegiato che ne avrebbe poi potuto beneficiare, ratificata da una memoria della Giunta Capitolina il 14 maggio scorso, che impone anche la ristrutturazione dei casali a carico del Consorzio dei costruttori per consegnarlo poi al Patrimonio comunale, che emetterà un bando con finalità sociali. Una prima vittoria che però viene strozzata da un’ordinanza urgente quanto imbecille che chiede lo sgombero immediato.

Caro Ignazio, prima di fare il debole con i forti, e il forte con i deboli,

PACHAMAMA NON SI TOCCA

Vogliamo e dobbiamo continuare a far vivere le esperienze del laboratorio di birra artigianale, ceramica e falegnameria, quindi vogliamo un posto adeguato per accogliere le nostre attività il tempo necessario alla ristrutturazione a carico del Consorzio Papillo.

Vogliamo ribadire che non sarà un sgombero a fermarci, che non abbandoneremo questi luoghi e che fino a quando non ci sarà un vero processo partecipato, pubblico e sopratutto trasparente per la gestione di questo patrimonio continueremo a difenderlo.

MARTEDÌ 27 MAGGIO alle 17.30 MANIFESTAZIONE CITTADINA AL PACHAMAMA

Vogliamo un corteo chiassoso e colorato, che attraverserà il nostro quartiere, mostrandone le contraddizioni e ribadendo la nostra idea di abitare e di città.

Vorremmo farlo insieme a chi ci ha seguito e supportato in questi mesi, con chi abbiamo provato ad immaginare una città diversa, deLiberando Roma, e con tutti coloro che hanno a cuore la difesa degli spazi autogestiti.

I SOGNI NON SI SGOMBERANO, I SINDACI PASSANO, MARINO NON FARE DANNI

// “Appello manifestazione in sostegno del Pacha Mama” <casale-pachamama.it> s.d.

Lascia un commento