ADRIANO ZACCAGNINI, vicepresidente Commissione Agricoltura Camera dei Deputati: “il Ministro Martina ha il dovere di tutelare l’agricoltura italiana da semine illecite OGM in contrasto con la volontà popolare e il Parlamento. La devastazione genetica e’ assimilabile a quella ambientale e provoca danni alla salute umana modificando geneticamente il cibo che mangiamo.”

“Ogni Regione deve decretare il divieto di semine Ogm, come il Friuli, e Il Ministro deve farsi promotore di questo coordinamento fra le Regioni, oltre che anche per altri paesi mediterranei, da portare con forza in sede UE, oppure emanare un ulteriore decreto d’emergenza in materia, come in Francia, nel caso il coordinamento Stato-Regioni non trovasse la condivisione e la forma unanime al divieto.”

“Inoltre lo esorto a dare parere favorevole, in sinergia col Ministero dell’Ambiente, all’emendamento che verra’ ripresentato al Senato, dopo la bocciatura alla Camera per il parere contrario del Governo, inserito nel DL Reati Ambientali: si tratta dell’introduzione del reato di contaminazione genetica agroambientale (criterio presenza/assenza analisi PCR) a danno delle coltivazioni tradizionali a causa di coltivazioni Ogm nel territorio.”

“Le sanzioni amministrative non sono sufficienti di fronte alla devastazione della biodiversita’ e della genetica della vita. Il 5 aprile in tutta Italia ci saranno varie iniziative delle associazioni contrarie agli Ogm e il 6 aprile a Vivaro un presidio in favore delle Biodiversità per spiegare le motivazioni del divieto agli Ogm.”

Lascia un commento