Moni Ovadia con un articolo sul Manifesto interviene sulla crisi ucraina. Una riflessione che passa dall’allargamento della “sedicente democrazia occidentale” al necessario ripensamento dell’Alleanza atlantica; per finire con le “parole di buon senso di un vecchio reazionario”, citando Henry Kissinger da un recente articolo per Repubblica: “Troppo spesso la questione Ucraina viene vista come una resa dei conti, la scelta tra Est e Ovest. Ma se l’Ucraina vuole sopravvivere e prosperare non deve diventare l’avamposto di una parte con­tro l’altra, ma fare da ponte tra le due.”  

// LINK: Moni Ovadia, “Il ritorno del nemico”, il manifesto, 17 marzo 2014

Lascia un commento