Emiliano Brancaccio, ricercatore e docente di economia politica all’università del Sannio, tra i promotori del “monito degli economisti” pubblicato sul Finacial Times, è uno dei pochi economisti ad avere anticipato la crisi dell’euro. In un articolo del 2007 anticipava gli avvenimenti che si sono effettivamente verificati quattro anni dopo e che portarono alle dimissioni di Berlusconi e al governo tecnico di Monti.

Nell’intervista a Giornalettismo spiega le criticità della moneta unica e le possibili soluzioni per uscire dalla crisi. Brancaccio distingue un’uscita “da destra” e un’uscita “da sinistra” dall’euro. Semplificando, si tratterebbe di scegliere tra due possibilità: un’uscita dall’euro “gattopardesca”, in continuità con l’ideologia liberista, e in alternativa una messa in discussione di tali dogmi liberoscambisti attribuendo centralità al lavoro e all’intervento pubblico nell’economia.

// LINK: Alessandro D’Amato, “Vi spiego come uscire dall’euro da sinistra”, Giornalettismo, 13 gennaio 2014

Lascia un commento