L’articolo di Greenreport spiega come la magistratura argentina ha bloccato la costruzione di uno degli impianti della Monsanto per l’essiccamento dei semi, uno dei più grandi al mondo, accogliendo un ricorso di ambientalisti e abitanti della zona interessata.

Anche qui in Italia e in Europa il 2014 sarà un anno importante per dire basta agli Ogm: non sono compatibili con altre coltivazioni, portano la contaminazione genetica dei semi tradizionali e l’utilizzo di pesticidi correllato aumenta i danni alla salute attraverso il cibo che mangiamo. Non vogliamo alcuna zona di libero scambio con gli USA se questo vuol dire ingresso di prodotti geneticamente modificati. Non sono attuabili alcune norme di coesistenza per coltivarli: sarebbero “norme di in-coesistenza”.

Per difendere l’indipendenza degli agricoltori locali e per avere cibo genuino e sano scegliamo No Ogm – Sì alla vita.

// LINK: “Ogm, la magistratura blocca la Monsanto”, Greenreport, 9 gennaio 2014

Lascia un commento